Greentips…consigli verdi – Le energie

7 luglio 2009 at 19:56 Lascia un commento


imagesIl solare termico

Dopo aver parlato dell’energia eolica (prodotta dal vento), parliamo ora dei pannelli solari termici (che devono essere ben distinti dai pannelli termici fotovoltaici).

I pannelli solari termici permettono di scaldare l’acqua per l’uso domestico quotidiano, senza dover utilizzare gas o elettricità. Il concetto di base è semplicissimo: sfruttare il naturale calore del Sole e indirizzarlo in forma di energia per il riscaldamento e la produzione di acqua calda.

In un pannello solare termico (chiamato anche collettore solare), un radiatore assorbe il calore dei raggi solari, per trasferirlo nel serbatoio d’acqua collegato. L’acqua così raccolta e scaldata viene fatta circolare attraverso delle tubazioni; nel caso che la conduzione dell’acqua sia forzata (anziché naturale), si utilizzerà una pompa idraulica con alimentazione elettrica.

Ma che risparmio si ottiene, con l’utilizzo dei pannelli solari termici? Per esempio, considerando quello che può essere un rendimento medio, 160.000 mq di pannelli installati in un’area farebbero risparmiare alla comunità circa 8 milioni di metri cubi di metano, che corrispondono al consumo delle caldaie a gas o a circa 80 GWh di energia elettrica degli scaldabagni.

In 10 ore si scalda l’acqua presente nel serbatoio. Il tempo necessario è sensibilmente condizionato dall’esposizione solare, dalla stagione, dalla latitudine in cui i pannelli sono installati e alle condizioni meteorologiche. Per esempio, in estate si può arrivare a 70° (per una doccia di solito bastano 40-45°). In inverno il rendimento si attesta intorno ai 40°. Pur considerandone i limiti per un ampio uso domestico, la quantità di acqua scaldata con i pannelli solari termici sono sufficienti per lavare i piatti, per esempio, e per fare la doccia o il bagno. Di notte è possibile utilizzare l’acqua scaldata nelle ore diurne e una volta esaurita sarà necessario attendere nuovamente il sorgere del sole, attendendo le ore necessarie per accumulare il giusto calore. Per tali ragioni è sempre consigliabile abbinare comunque una caldaia a gas (limitandone l’uso per lo stretto necessario).

La quantità di collettori solari da installare sui tetti è determinata sia dalle esigenze domestiche, sia dal clima del luogo in cui verranno installati. Per esempio, un metro quadro di pannelli solari termici riesce a scaldare 80-130 litri di acqua al giorno alla temperatura media di 40°. Considerando che mediamente il consumo di una persona è di 30-50 litri al giorno, si può dire che un metro quadro è abbondantemente sufficiente per una persona o due persone.

I pannelli solari termici e i serbatoi a loro annessi sono strutturati oggi in maniera tale che non si ponga più il problema di scaldare (o mantenere calda) l’acqua durante i giorni di maltempo e di notte. A riprova dell’efficienza raggiunta da questo tipo di riscaldamento basti dire che in Paesi con un livello di insolazione nettamente inferiore all’Italia (Austria e Germania, per esempio), gli investimenti per l’installazione di collettori solari siano notevolmente superiori ai nostri e la percentuale di metri quadri di pannelli installati è nettamente superiore alla nostra media.

La crescente richiesta di installazione di pannelli solari termici e l’avanzamento della tecnologia hanno permesso negli anni di abbassare i costi di tali impianti. Il costo varia anche moltissimo dalla tipologia di collettore scelto, ma si può ipotizzare che il costo di partenza per soddisfare il fabbisogno di due persone si aggira intorno a € 1.000,00. Consigliamo, però, di verificare la possibilità di usufruire di sgravi fiscali che possono variare da regione a regione.

solarepannelli_solari_caldaia_pellet_riscaldamento_a_pavimento

I principali tipi di pannelli sono divisi in tre gruppi:

  1. pannelli solari vetrati
  2. pannelli solari sottovuoto
  3. pannelli solari scoperti

DETRAZIONE 55% SU INTERVENTI PER IL RISPARMIO ENERGETICO
La Finanziaria 2008 ha prorogato a tutto il 2010 i benefici fiscali introdotti dalla Finanziaria 2007 per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.
Si tratta di detrazioni fiscali del 55% inerenti vari tipi di interventi che consentano un risparmio energetico.
Maggiori informazioni: ADUC

Per approfondire:

greentips

ecoage

ADUC

Creative Commons License
Green tips…consigli verdi by Barbara Martello is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

Entry filed under: Energia. Tags: , , , , , , .

Green tips… consigli verdi – Le energie Green tips… consigli verdi- Le borse di plastica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Ecogreentips.org

Clicca qui per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche dei nuovi articoli via e-mail.

Segui assieme ad altri 454 follower

Feeds

Seguici su Facebook

Categorie

Archivi

Creative common

Sosteniamoli!

Greenpeace Italia

English version

Trovi i Greentips anche qui:


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: