Greentips…consigli verdi-il vetro

22 luglio 2009 at 22:04 1 commento


vetriUdineIl vetro è un materiale antichissimo, infatti ha più di 3500 anni. I primi oggetti di vetro sono stati creati in Mesopotamia, Siria ed Egitto.

Secondo Plinio il Vecchio, sembra che il vetro sia stato casualmente creato dai Fenici, che  accesero un fuoco con dei blocchi di soda. Questi, fondendosi, si mescolarono alla sabbia, dando così origine al vetro. Ma fu con i Romani che l’utilizzo del vetro venne diffuso. Con la loro cultura, i Romani crearono ampolle, bottiglie, contenitori, piatti e sottopiatti con cui abbellire le loro dimore ed è a loro che si deve la pratica del riciclo del vetro.

I Romani capirono infatti che il vetro già esistente fonde a temperature più basse delle materie prime che lo compongono. Nel Medioevo l’arte vetraria si arricchì di nuovi oggetti e si affinò. Un esempio su tutti sono le coloratissime vetrate delle cattedrali gotiche. Nel secolo XIII, Venezia affinò l’arte, anche grazie ai continui contatti e scambi commerciali intrattenuti con l’Oriente. Fu solo nel XV che la produzione del vetro creò il cristallo, molto più puro e sottile. Infine, nel 1903 venne sviluppata la prima macchina automatica per la produzione di oggetti cavi in vetro. Fu la svolta che permise di ottenere industrialmente oggetti di uso comune a basso costo.

Il vetro è considerato la materia 100% riciclabile per eccellenza.

Anche dopo numerosi trattamenti, mantiene inalterate le sue qualità. Per produrre 100 Kg di vetro, occorrono 120 Kg di materie prime; per produrre 100 Kg di vetro riciclato, si consumano 100 Kg di rottami di vetro. Riciclare il vetro è più economico in quanto si impiega meno energia per la fusione. Se si considera il 10% di rottame vetrico usato, il risparmio energetico è del 2.5%. Ciò significa che l’utilizzo dell’80% di cocci comporta un risparmio energetico del 20%. Tra l’altro, si immettono nell’atmosfera meno emissioni nocive durante le fasi di fusione del riciclo grazie alla riduzione dei fumi di combustione dovuti a una minor temperatura dei forni.

Il recupero del vetro può anche essere visto come un investimento, sia in senso civico che economico: minori accumuli nelle discariche abbassano i costi di smaltimento rifiuti e la loro gestione da parte delle aziende comunali.


Ma il vetro non viene prodotto per un esclusivo uso domestico. Infatti, può essere utilizzato anche nell’ingegneria civile.

prod_4893_im1E’ oramai una tecnica costruttiva consolidata e ampiamente usata, quella che prevede l’inserimento di pareti di vetro nelle costruzioni. Le pareti vetrate hanno lo scopo principale di separare due ambienti di temperatura diversa: si crea infatti uno scambio termico tra la camera più calda a quella più fredda. In aggiunta, si nota anche la particolare caratteristica per cui il caldo proviene anche dall’irraggiamento solare che passa attraverso la parete trasparente. Sul mercato sono stati immessi numerosi materiali per creare pareti vetrate ad hoc, con caratteristiche tali per cui si possono ottenere le migliori prestazioni adatte ad ogni stagione: caldo d’inverno e fresco d’estate. I vetri sono anche un ottimo isolante acustico.Pensate, per esempio a quando tenete le finestre aperte su una strada trafficata e quando, invece, le tenete chiuse. Oggi esistono dei vetri stratificati fonoisolanti, ma il miglior effetto di isolamento acustico si ottiene combinando il vetro di miglior qualità con telai di buona qualità.


Segnaliamo qualche dato sul riciclo del vetro:

Presenza di frazioni estranee in peso ai sensi del DM 4.8.99 (materiali diversi dal vetro raccolti assieme a quest’ultimo)  in % sul totale raccolto

Scarti della fase di selezione/trattamento in % sul totale raccolto

Vetro a “buon fine” in % sul totale del vetro raccolto

SISTEMA di RACCOLTA

TOTALE

di cui VETRO

Campana solo vetro

1,75%

5,8%

4,05%

96%

Campana vetro e metallo

4,45%

12%

7,55%

92%

Porta a porta vetro e metallo

9,9%

28,6%

18,7%

79%

Contenitore stradale per vetro, metallo e plastica

27,2%

52,8%

25,6%

65%

riciclaggio-vetroNel periodo 1998-2006, il vetro riciclato è aumentato del 64%. Rappresenta un ottimo risultato, ma è fondamentale che gli standard qualitativi del rottame di vetro crescano, per mantenere alti livelli di riciclo e quindi rendere la rigenerazione del vetro economica ed ecologica. Per ottenere ciò è importante che la raccolta sia monomateriale, gettando il vetro nelle apposite campane.

Nel 2006, per esempio, sono stati raccolte 1.325.000 tonnellate di vetro, ma “solo” 1.196.000 tonnellate sono state trasformate in rottame di vetro da inviare ai forni per la fusione. ciò vuol dire che 129.000 tonnellate di materiale sono state scartate perchè non raccolte con i sistemi più efficaci (le campane stradali per la raccolta monomateriale).

Secondo uno studio specifico, effettuato da Alessandro Marangoni dell’Università Bocconi, il riciclo in Italia ha fatto risparmiare ben 1.2 miliardi di euro. Sono stati risparmiati 796 milioni  di euro sui costi di smaltimento in discarica; 65 milioni di euro dalla diminuzione dei gas serra; 434 milioni di euro dalla materia derivata dal riciclaggio della materia; 260 milioni di euro dal mercato indotto e dal riciclo correttamente eseguito dalla CoReVe (Consorzio Recupero Vetro).

Facciamo attenzione, quindi, a immettere nelle campane sotto casa solo vetro e non altri materiali, pensando che tutto ciò che buttiamo via potrà essere fuso e trasformato in altri prodotti di vetro utili nella nostra vita quotidiana.

Per approfondire:

assovetro

coreve

Entry filed under: Ecologia. Tags: , , , , , , , , .

Greentips…consigli verdi – L’agricoltura verticale Greentips…consigli verdi – I detersivi faidate

1 commento Add your own

  • […] la raccolta differenziata: suddividere plastica, carta, alluminio, vetro e umido è fondamentale per ridurre i […]

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Ecogreentips.org

Clicca qui per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche dei nuovi articoli via e-mail.

Segui assieme ad altri 454 follower

Feeds

Seguici su Facebook

Categorie

Archivi

Creative common

Sosteniamoli!

Greenpeace Italia

English version

Trovi i Greentips anche qui:


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: