Greentips…consigli verdi -Il riciclo fai da te

17 dicembre 2009 at 19:29 Lascia un commento


Il periodo natalizio offre  per molti sia più tempo a disposizione, che oggetti che – passate le feste- rimangono a far bella mostra in casa, seppur fuori tema.

Quindi, perchè non provare a riciclare la carta e le candele? Ecco le spiegazioni per creare carta fatta in casa e candele colorate e profumate a piacimento.

LA CARTA

Fare la carta in casa richiede un po’ di pazienza e attrezzature particolari, ma con un po’ di manualità e tempo a disposizione non sarà un’impresa impossibile.
Questo è l’occorrente:

TELAIO: è  composto da due parti: la stuoia e la cornice(4 listelli di legno duro di 220 x 20 x 20 mm, 4 listelli di legno duro di 210 x 20 x 20 mm, un pezzo di retina di metallo o filato, come la zanzariera da applicare alle finestre, 8 chiodi di ottone, carta vetrata, chiodini ottone, martello, colla tipo bostik, vernice protettiva). Assemblando i listelli, con colla e chiodi, create sia la stuoia che la cornice. La rete va attaccata (ben salda e tesa) alla stuoia (la cornice un po’ più grande delle due create). Si può anche usare una sparapunti.  La cornice, appoggiata alla stuoia, creerà una sorta di scatola con delle sponde basse, sufficienti a tenere il materiale cartaceo.

LA CARTA: è meglio usare carta bianca (per esempio quelle che si accumula in ufficio) o colorata e non quella di giornale, che a fine processo risulta poco resistente. La carta deve essere sminuzzata grossolanamente e va lasciata in ammollo in un contenitore di acqua per una notte. Quando sarà ben ammorbidita, la carta inzuppata deve essere passata nel frullatore aggiungendo dell’acqua e tritata fino ad ottenere una poltiglia. Per colorare la carta, si possono aggiungere dei colori a piacimento (tra tutti, preferite gli acquerelli o le tempere)

IL FOGLIO: a questo punto, versate in una bacinella (sufficientemente grande per contenere il setaccio) dell’acqua sufficiente a coprire il setaccio stesso e aggiungete un po’ della poltiglia creata con la carta macerata. Agitate delicatamente questo composto, per renderlo più omogeneo. Ora prendete entrambe le cornici e immergetele nella bacinella. Il risultato sarà migliore se il telaio viene introdotto “di taglio” e fatto scorrere sul fondo della bacinella e tirato su lentamente fino al pelo dell’acqua. Verificate che l’impasto si sia steso omogeneamente sulla rete.

L’ASCIUGATURA: per ottenere il foglio di carta asciutto si può procedere con tre metodi: il primo, che consiste nel lasciare la poltiglia asciugare naturalmente nel telaio è valido per ottenere un foglio, la cui superficie risulterà ruvida. Il secondo metodo consiste nel passare il foglio dal telaio a un canovaccio inumidito. L’ultimo metodo è quello di comprimere il foglio (protetto da fogli di giornale e feltro) in una pressa: si elimina in maniera efficace l’acqua in eccesso. La superficie risulterà molto liscia. In questo caso si possono anche inserire oggetti (come fiori secchi) nei fogli.

LE CANDELE

Per creare candele in casa, servono degli stoppini, della cera recuperata da altre candele, eventualmente del colore in cera e degli oli essenziali, due pentolini (uno dedicato solo a questa attività), contenitori di vario genere (vasetti, bicchieri, gusci di noci di cocco, ecc.ecc.)

Sciogliere a bagnomaria  i pezzi di candele nel pentolino e mescolare di tanto in tanto, affinché la cera si sciolga prima.

Nel frattempo preparare i contenitori, inserendo lo stoppino. E’ importante che lo stoppino rimanga dritto e teso quando si verserà la cera. Per far questo si può usare una molletta o una matita per creare l’effetto “filo a piombo”.

Quando la cera si sarà sciolta, sarà possibile versarla nei contenitori. Se il colore non è quello voluto, si può aggiungere dei pastelli a cera nel pentolino a bagnomaria. Si possono anche versare cera colorata in maniera differente in diversi momenti, per creare candele a stati. Basta fare attenzione allo stato di raffreddamento della cera di base, perchè se è ancora troppo liquida si mescolerà a quella che si andrà a versare sopra.

Entry filed under: Ecologia, Fai da te e riciclo. Tags: , , , .

Greentips…consigli verdi – Your choice, your voice Greentips…consigli verdi – Orto pensile in 4 mosse

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Ecogreentips.org

Clicca qui per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche dei nuovi articoli via e-mail.

Segui assieme ad altri 454 follower

Feeds

Seguici su Facebook

Categorie

Archivi

Creative common

Sosteniamoli!

Greenpeace Italia

English version

Trovi i Greentips anche qui:


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: