Greentips…consigli verdi – Giardini da mangiare

3 agosto 2010 at 15:03 3 commenti


E’ proprio il caso di dirlo: il Giardino Commestibile di Giusi Foschia è proprio il fiore all’occhiello di una regione ricca di cultura, attenta alla salvaguardia del proprio patrimonio naturalistico e non solo, il Friuli.

Giusi, nel 2008, ha dato vita al Giardino Commestibile. A Zomeais (una frazione di Tarcento) ha fatto nascere il suo tesoro botanico, composto da oltre 200 piante aromatiche e fiori rari, tutti commestibili. Quella che all’occhio inesperto di tutti noi potrebbe sembrare un’erbaccia senza valore, per Giusi è un patrimonio da coltivare con cura e amore per poterlo proporre a chi desidera aggiungere gusti e colori nuovi alla propria tavola, nel segno del sapore e rigorosamente in accordo con i ritmi naturali: infatti si può consumare esclusivamente ciò che le piante possono offrire al momento. Nulla viene congelato o conservato per preparazioni future. se non in forma essiccata per speficici utilizzi. Non è un caso, infatti, se l’eccellenza del Giardino Commestibile è stata colta dai migliori chef della regione, che scelgono dal suo orto le più rare erbe per comporre insalate, creare zuppe o dessert decisamente nuovi per i palati di oggi, ma che racchiudono invece una tradizione che si perde nel passato.

Il Giardino Commestibile non è solo una fonte ricchissima di erbe e fiori per professionisti e privati, ma è anche un laboratorio eccezionale in cui sia si compongono nuovi sapori per tisane, infusi, composte e marmellate, sia in cui vengono organizzate attività didattiche per le scuole e workshop per gli adulti.

PhotobucketNel Giardino Commestibile di Giusi si coltivano le piante seguendo i ritmi della natura. Qui si possono trovare insolite erbe aromatiche, alcune anche rare; fiori eduli (cioè fiori aromatici commestibili, sia per la cucina che per la preparazione di cocktail), erbe spontanee e coltivate (sempre commestibili). Nessuna coltivata con sostanze di sintesi e quindi nessuna “fuori stagione”. E’ merito di Giusi e della sua intuizioni imprenditoriale, se oggi possiamo ancora assaporare i gusti antichi di erbe e fiori troppo a lungo dimenticati.

Una curiosità, nel Giardino Commestibile, Giusi e i suoi collaboratori hanno ricreato un “orologio di Linneo“. Il passare delle ore è scandito dalla fioritura di diverse piante nell’arco della giornata.

E sempre a Udine, città aperta a queste iniziative, è nato anche un sito internet che consente di acquistare frutta e verdura e farsela recapitare a casa o in ufficio. L’Orto sul tasto permette di comporre liberamente la propria cassetta di frutta e verdura e, con un importo minimo, gli ortaggi vengono consegnati il giorno dopo la raccolta (che avviene di martedì). “Noi siamo l’unico passaggio tra l’agricoltore e il cliente e ciò consente la definizione di un prezzo equo per il contadino e di un prezzo contenuto per il consumatore, comprensivo di tutte le spese per il nostro servizio di informazione, assortimento e consegna a domicilio dei prodotti”, scrive Elisabetta Dainese nel suo sito.

Il Giardino Commestibile e L’orto sul tasto rappresentano un eccellente esempio di come l’amore per la Terra, per i frutti che ci può dare e il ritorno alle nostre origini possano non solo farci vivere meglio, riprendendoci i ritmi naturali, ma possano anche costituire una nuova attività, ricca di soddisfazioni.

Entry filed under: Consigli verdi, Ecologia, Giardini pensili, giardini verticali e orti urbani. Tags: , , , , , , , .

Greentips…consigli verdi-I vantaggi del riciclo Greentips…consigli verdi – l’orologio di Linneo

3 commenti Add your own

  • 1. teresa ricci  |  9 settembre 2011 alle 18:24

    Salve ! come si fa a trovare la Stevia? grazie.

    Rispondi
  • 2. Teresa Cassandra Ricci  |  9 settembre 2011 alle 18:26

    non saprei cos’altro dire. per ora mi interessa la Stevia.

    Rispondi
    • 3. Barbara  |  9 settembre 2011 alle 18:30

      Noi abbiamo preso una piantina (che sta crescendo proprio bene!) da Giusi Foschia. Sarebbe da contattare lei, per sapere dove eventualmente reperirla (non so se si possono spedire le piantine)

      Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Ecogreentips.org

Clicca qui per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche dei nuovi articoli via e-mail.

Segui assieme ad altri 454 follower

Feeds

Seguici su Facebook

Categorie

Archivi

Creative common

Sosteniamoli!

Greenpeace Italia

English version

Trovi i Greentips anche qui:


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: