Greentips…consigli verdi – Albero di natale:vero o falso?

4 dicembre 2010 at 21:04 Lascia un commento


L’albero di Natale vero è ecologico. Vero, ma anche un po’ falso!

L’albero di Natale finto non è ecologico. Falso, ma anche un po’ vero!

Ve lo diciamo subito. Se siete indecisi tra prendere un albero di Natale vero e uno falso, noi non vi daremo la soluzione al dilemma, perché qualsiasi albero voi sceglierete avrà sempre un altro lato della medaglia.

Gli alberi veri sono preferiti da molti perché rendono un po’ più Natale il Natale. Il suo profumo forse ci riporta alla memoria ricordi di infanzia e quegli anni in cui gli alberi di plastica erano ancora una novità, vista con sospetto. Gli abeti venduti oggi per le Festività vengono coltivati in apposite “nursery” e per ogni albero viene venduto, siamo sicuri che un altro prenderà il suo posto. In commercio ce ne sono molti, di diverse misure, alcuni venduti in vaso con le radici e altri tagliati alla base. L’idea di acquistare un albero vero con le radici può essere allettante, ma si devono tenere conto diversi aspetti, di non poca importanza. Innanzitutto dobbiamo pensare alla salute dell’albero: la maggior parte degli abeti acquistati verrà tenuta in casa: questo significa che l’albero non può essere messo all’esterno per tutto l’inverno, perché una gelata potrebbe farlo morire. Tenerlo in casa ha i suoi contro, se il suo profumo può essere piacevole, non lo sono altrettanto gli aghi che cadono dai rami continuamente.
Se si ha un giardino in cui trapiantarlo, si deve fare attenzione principalmente a due aspetti: quasi sempre, agli abeti

venduti in vaso  vengono tagliate le radici, per riporlo in vaso. Una volta messo a dimora in terra, le radici potrebbero non garantire la stabilità dell’albero. Inoltre, è bene ricordarsi che, per legge, le piante devono stare almeno a tre metri dal

confine. Un abete ci mette anni a crescere, ma è meglio essere previdenti e tener conto di questo.

Gli alberi veri, ma senza apparato radicale, passato il Natale e messa via anche l’ultima decorazione rimasta, non serve più. Che farne, allora? Sicuramente inizierà a seccarsi e gli aghi a terra saranno sempre di più. Non lo si può buttare in un cassonetto dell’immondizia, se non è quello apposito per il verde. Chi ha un caminetto o una compostiera lo può fare a pezzi e riciclare.

Anche gli alberi finti hanno i loro pro e contro. Gli ambientalisti più convinti potrebbero rifiutarsi di abbellire la propria casa con un derivato del petrolio. La plastica, soprattutto se non strettamente necessaria, sarebbe da bandire. Però c’è da considerare che un albero finto può avere un costo irrisorio e dura negli anni. Se lo si vede come un investimento e non come un oggetto a perdere, si può anche fare uno strappo alla regola e piegarsi alla sua praticità.

Siete ancora indecisi. E allora, cosa fare? Per chi non vuole perdere il fascino di un albero vero, ma ha il problema del suo smaltimento post-festivo, Ikea – da sempre impegnata nella responsabilità ambientale e sociale- ha attivato anche quest’anno un’attività interessante: chi acquista un albero (vero) in un magazzino Ikea, lo può restituire subito dopo le Feste e in quell’occasione si può scegliere se ottenere un buono per l’intero valore dell’albero (€ 12.99)  o devolvere € 3.00 a favore del WWF,  per ricreare, nel cuore dell’Appennino centrale tra Lazio e Abruzzo, delle aree naturali con arbusti dai frutti appetitosi che permetteranno all’orso bruno marsicano e ad altri animali selvatici di trovare più facilmente cibo, ora sempre meno disponibile, soprattutto nei periodi autunnali. Ikea fa sapere che negli ultimi sei anni sono stati restituiti più di 90.000 alberi, che sono stati trasformati in fertilizzante naturale o utilizzati per la produzione di pannelli truciolari.

Vero o finto che sia il vostro albero, sarà sicuramente una ottima scelta, fatta con criterio a favore della salvaguardia del nostro Pianeta.

Ecogreen auguri a tutti!

Entry filed under: Consigli verdi, Ecologia. Tags: , , , , , , , , .

Ecogreentips…consigli verdi-la marea nera del Golfo del Messico Greentips…consigli verdi-Che albero farete quest’anno?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Ecogreentips.org

Clicca qui per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche dei nuovi articoli via e-mail.

Segui assieme ad altri 454 follower

Feeds

Seguici su Facebook

Categorie

Archivi

Creative common

Sosteniamoli!

Greenpeace Italia

English version

Trovi i Greentips anche qui:


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: