Greentips…consigli verdi-Lampadine, addio!

13 settembre 2011 at 11:14 1 commento


Alcuni mesi fa avevamo già assistito alla messa al bando delle lampadine a incandescenza più potenti (100W, per intenderci). Dal 1° settembre sono state messe fuori produzione anche quelle da 60w e ora e man mano che si bruceranno, le sostituire con quelle a basso consumo energetico. Una lampadina di nuova generazione può consumare fino all’80% meno di una tradizionale e dura fino a 10 volte di più.

A imporre questa scelta è stata la Comunità Europea, che si è preposta l’obiettivo di ridurre qualsiasi spreco energetico a favore di fonti di energia (annessi e connessi) meno inquinanti e e di ridurre i danni dei cambiamenti climatici che si stanno accentuando ultimamente.

Ma quali sono gli obiettivi della Commissione UE? Il primo è quello di ridurre i consumi del 20% entro il 2020. La sostituzione delle lampadine (non solo in ambito domestico, ma anche industriale) dovrebbe aiutare a ridurli del 10%.

 

La strategia dell’UE per far fronte ai cambiamenti climatici persegue tre obiettivi da realizzare entro il 2020: ridurre le emissioni di gas serra del 20%, ricavare il 20% dell’energia da fonti rinnovabili e tagliare del 20% il consumo energetico.

Piani energetici

Ogni Paese della Comunità Europea è invitato ad attuare qualsiasi correttivo volto alla riduzione dei consumi energetici. Anche i fornitori di energia sono stati esortati a informare i propri clienti affinchè imparino a consumare meno. Il volume annuo dei consumi, secondo le previsioni, dovrebbe ridursi del 1,5%.

I fornitori di energia dovranno incoraggiare i loro clienti a diventare più efficienti dal punto di vista dei consumi, con conseguente riduzione annua del volumi di vendita pari a 1,5%.

Queste sono alcuni dei suggerimenti dati per raggiungere gli obiettivi:

  • aiutare i proprietari di case a migliorare l’efficienza dell’impianto di riscaldamento
  • a installare i doppi vetri
  • isolare il tetto.
  • i governi dovranno ridurre ogni anno il consumo di energia in almeno il 3% degli edifici pubblici e tener conto dell’efficienza energetica nell’acquisto di beni e servizi
  • ai consumatori verranno fornite informazioni gratuite e più chiare sui loro consumi energetici, aiutandoli quindi a gestirli meglio
  • le grandi imprese dovranno sottoporsi ad audit energetici per individuare nuovi metodi di riduzione dei consumi; le imprese più piccole otterranno degli incentivi per fare lo stesso
  • gli organismi nazionali di regolamentazione dell’energia dovranno tener conto dell’efficienza energetica, in particolare quando approvano gli oneri di rete.

Da parte loro, i governi saranno tenuti a controllare l’efficienza delle nuove centrali elettriche e promuovere il recupero del calore residuo.

I passi futuri

I Governi dovranno approvare le misure proposte per rendere l’Europa economicamete più competitiva e a basse emissioni, nel corso di una strategia a lungo termine.

Nel 2014 la Commissione valuterà se l’UE è riuscita a riprendere la corsa verso la riduzione del 20% dei consumi energetici (obiettivo che, stando alla situazione odierna, non verrà raggiunto).  Se necessario, verrà formulata una nuova proposta più vincolante per ciascun Paese membro.

Intanto noi vi esortiamo a fare quanto più possibile per consumare e inquinare meno. Non aspettiamo sempre le regole restrittive dei Governi per fare ciò che dovrebbe esserci spontaneo: preservare il nostro pianeta e ridurre la nostra impronta ecologica.

Entry filed under: Consigli verdi, Ecologia, Energia. Tags: , , , , , , , , .

Greentips…consigli verdi – Abbasso la plastica! Greentips…consigli verdi-Puliamo il mondo

1 commento Add your own

  • […] GreenTips: Greentips…consigli verdi-Lampadine, addio!Dal Corriere della Sera on line: Pace e ambiente: così vinse il Nobel la prima africanaDal sito […]

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Ecogreentips.org

Clicca qui per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche dei nuovi articoli via e-mail.

Segui assieme ad altri 454 follower

Feeds

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Categorie

Archivi

Creative common

Sosteniamoli!

Greenpeace Italia

English version

Trovi i Greentips anche qui:


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: