Greentips…consigli verdi-l’anno dei chirotteri

14 dicembre 2011 at 14:31 Lascia un commento


Chirotteri. O più comunemente pipistrelli. Ne abbiamo già parlato e non perdiamo occasione per sottolineare quanto importanti sono questi mammiferi.

I pipistrelli sono mal visti dalle persone, perchè ad alcuni fanno impressione (assomigliano a topini con le ali) e nell’immaginario collettivo europeo vengono associati al male, come il Conte Dracula o il diavolo, a causa delle abitudini notturne e la livrea scura. In altre culture, invece, l’immagine del pipistrello è opposta: per esempio in Cina rappresenza la felicità e la buona fortuna. Non è raro trovare intarsi o dipinti di pipistrelli stilizzati nel mobilio dell’antica Cina.

Oggi si sta cercando di riscattare totalmente la ingiustificata brutta fama dei chirotteri, sottolineandone invece l’utilità: i pipistrelli sono una parte integrante e insostituibile nella catena ambientale dove vivono. Al monto esistono circa 900 specie diverse di chirotteri (in Italia ce ne sono ben 45) e si nutrono principalmente di frutta e insetti. E’ questa la loro funzione principale: nutrendosi di insetti, abbassano il numero di zanzare presenti negli insediamenti urbani e permettono quindi di ridurre drasticamente l’utilizzo di pesticidi chimici. Inoltre, nutrendosi anche di frutta, contribuscono alla dispersione dei semi delle piante, contribuendo così alla proliferazione della vegetazione.

L’uomo ha drasticamente modificato l’ambiente in cui vive, riducendo i boschi, aumentando elementi di disturbo radar, avvelenando con pesticidi gli insetti e altro ancora e questo ha drasticamente ridotto il numero di chirotteri riducendoli in alcuni casi anche a livelli allarmanti prossimi all’estinzione. Ora si è compresa appieno l’importanza della salvaguardia di questi preziosissimi mammiferi e si sta facendo di tutto per salvarli e aiutarli a proliferare.

E’ per questo che il 2011 è stato eletto come l’Anno europeo del Pipistrello e il 2012 Anno Internazionale del Pipistrello. E’ necessario che tutti noi, che amiamo i chirotteri, ci prodighiamo a informare sulla loro utilità ambientale, sollecitiamo l’installazione di bat box nelle città (Udine, per esempio, ha installato molte bat box sugli alberi in città nelle aree più adatte, per esempio vicino a corsi d’acqua ricchi di insetti per cercare di debellare naturalmente la zanzara tigre) e nei giardini privati. Si può aiutare i pipistrelli in più modi, a diversi livelli di azione, come per esempio:

  • Porteggere l’habitat naturale dei pipistrelli: non disturbarli nelle loro tane (alberi cavi, grotte e caverne, anfratti). Lasciar loro la certezza della sicurezza del nascondiglio è essenziale;
  • Creare habitat artificiali idonei: se avete un giardino, posizionate una bat box in un luogo al riparo (qui qualche consiglio), non cercate di sterminare gli insetti perchè i pipistrelli possano trovare nutrimento: ci penseranno loro a tenere lontane le zanzare! Lasciare qualche cumulo di foglie aiuterà la proliferazione di insetti che attireranno i pipistrelli (e, come già spiegato in precedenza, sono utili anche per aiutare i ricci!)
  • Proteggeteli e fate in modo che il gatto di casa non li cacci;
  • Se trovate un piccolo di pipistrello, non affidatevi a cure fai-da-te ma consegnatelo a un centro specializzato. Se volete agire nell’immediato, nutritelo con alcune gocce di latte in polvere per cani neonati diluito in acqua e tenetelo al caldo
  • Soprattutto: educate al rispetto! La prima cura verso i pipistrelli avviene rispettandoli e la conoscenza delle loro abitudini è il primo passo per rispettarlo

Vi ricordiamo che i chirotteri sono protetti per legge (L. 11 febbraio 1992, n. 157: “Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio“) e per la loro tutela si applicano inoltre le prescrizioni della normativa in materia di danno ambientale (Direttiva 2004/35/CE “sulla responsabilità ambientale in materia di prevenzione e riparazione del danno ambientale”; Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “norme in materia ambientale”, parte VI).

Il 2011 si sta concludendo con diverse iniziative che si sono svolte in tutta europa a favore dei chirotteri, in occasione dell’Anno Europeo del Pipistrello e ci si aspetta che anche il 2012, Anno Internazionale, sarà altrettanto interessante e contiamo di darvi le necessarie informazioni quando saranno rese note dagli Organizzatori (Ministeri dell’Ambiente degli Stati aderenti e Eurobats, organizzazione dedicata alla tutela dei chirotteri).

Chi vuole giocare un ruolo attivo nella conservazione dei chirotteri, può collegarsi al sito di Eurobats e iscriversi alla newsletter o dare la propria disponibilità a lasciare feedback o aderire a future iniziative.

I pipistrelli non sono simbolo di morte, non sono cattivi, non succhiano il sangue, non si attaccano ai capelli; anzi, se trattati con cura dimostrano gioia e affetto! Non ci credete? Guardate questo video e cambierete sicurametne idea!

 

 

 

Entry filed under: Consigli verdi, Ecologia. Tags: , , , , , , , , , , , .

Greentips…consigli verdi – vecchia lana, nuova vita! Greentips…consigli verdi-Verde Natale

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Ecogreentips.org

Clicca qui per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche dei nuovi articoli via e-mail.

Segui assieme ad altri 454 follower

Feeds

Seguici su Facebook

Categorie

Archivi

Creative common

Sosteniamoli!

Greenpeace Italia

English version

Trovi i Greentips anche qui:


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: