Greentips…consigli verdi – Mandiamo a zonzo le zanzare!

26 giugno 2012 at 14:43 2 commenti


Finalmente in caldo è arrivato, ma questo significa che sono arrivate anche le fastidiosissime zanzare.

La Grande Distribuzione ha messo in commercio numerosi prodotti, per lo più a base chimica. Ogni anno ai vecchi prodotti se ne affiancano di nuovi. Cambiano un po’ le formule chimiche, i componenti o le modalità di erogazione (spray, vaporizzatori, piastrine, vulcani, elettrici) ma rimane sempre il fatto che sono prodotti tossici, che rilasciano sulla nostra pelle e nelle nostre case elementi tossici che fanno male alla nostra salute e a quella dei nostri animali domestici.

Come porre quindi rimedio in maniera eco friendly? I rimedi sono molti e dei più disparati.

Per esempio, si può sconfiggere il problema alla radice, riducendo il numero di zanzare nella zona in cui si abita. I rimedi migliori sono l’incremento del numero di pipistrelli (che ne mangiano fino a 2000 per sera). I pipistrelli negli ultimi decenni sono calati di numero e per un breve periodo si è pensato che potessero essere inclusi nell’elenco delle specie in via di estinzione. Negli ultimi anni, invece, la tendenza ha iniziato a invertirsi, grazie anche all’installazione di bat-box .

Un secondo rimedio drastico è la raccolta delle uova di zanzare. In commercio ci sono diverse trappole per zanzare feconde (ricche di uova e quindi assetate di sangue) e sono sicuramente validissime soluzioni; tuttavia è possibile ricreare un ambiente adatto per la deposizione delle uova anche senza strumenti specifici: basta tenere un contenitore di colore scuro a portata di mano, versarci un po’ acqua e attendere 5 giorni. Le zanzare utilizzeranno questo placido acquitrino come incubatrice. Dopo 5 giorni sarà sufficiente versare il liquido nel contenitore sul terreno. La mancanza di acqua farà morire le uova deposte.

Come ben saprete, però, esistono altri gradevoli rimedi tutti naturali. Chi ha il pollice verde o chi vuole cimentarsi con il giardinaggio facile, può optare per la crescita (anche in vaso, sui balconi) di piante repellenti. Citronella, basilico, menta, rosmarino e lavanda sono tra le piante più efficaci. Inoltre sono davvero di facile coltivazione e il loro uso è così vario che torneranno utili in altre occasioni.

Nelle erboristerie sarà possibile acquistare prodotti a base di citronella o di olio di neem. Applicati sulla pelle o diffusi tramite candele, gli aromi di queste zanzare risultano insopportabili per gli insetti. Si può anche provare a cambiare l’odore della pelle, assumendo alimenti che trasudati allontanano le zanzare. Aglio, peperoncino, cipolla, lievito di birra se assunti nel periodo estivo alterano il nostro sudore (senza che noi lo percepiamo) evitandoci i morsi delle zanzare. In erboristeria si può anche acquistare il Ledum Palustre in forma di pastiglie per uso orale sublinguale. Anche questo, assunto per tutto il periodo estivo,  allontana le zanzare da noi alterando l’odore della nostra pelle. Sembra essere particolarmente efficace sui bambini.

Altri rimedi casalinghi sono emulsioni di acqua e/o aceto e oli essenziali. Gli oli essenziali da utilizzare sono gli stessi delle piante aromatiche suggerite sopra: basilico, melissa, citronella, lavanda, menta, oltre agli oli essenziali di geranio ed eucalipto . Strofinare sulla pelle o spruzzare in casa questa miscela ci assicurerà qualche ora di pace. Altri vettori per trattenere sulla pelle questi oli sono anche l’alcol a 90 gradi o l’olio di mandorle. Evitate di applicare sulla pelle gli oli essenziali puri perché alcuni, molto forti, possono essere addirittura caustici. Se non di dispone di oli essenziali, si può provare con un decotto di basilico e menta.

Molto importanti sono anche i colori: sembra che le zanzare siano infastidite dai colori chiari e siano invece attratte dal nero. Sarebbe quindi preferibile vestirsi con abiti leggeri e chiari.

Se voi avete scoperto altri sistemi che allontanano le zanzare, ditelo anche  a noi!

Entry filed under: Consigli verdi, Ecologia, Fai da te e riciclo. Tags: , , , , .

Greentips…consigli verdi – Rooibos: il te africano Greentips…consigli verdi – Viaggiare consapevolmente

2 commenti Add your own

  • 1. Grazia  |  17 agosto 2012 alle 00:16

    Grazie infinite, quest’anno non ne posso più di queste morsicature, proverò i rimedi proposti da voi.grazie ancora

    Rispondi
    • 2. Barbara  |  26 agosto 2012 alle 16:16

      Grazie! Alla fine dell’estate ci racconti come è andata? Ciao

      Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Ecogreentips.org

Clicca qui per iscriverti a questo sito e ricevere le notifiche dei nuovi articoli via e-mail.

Segui assieme ad altri 454 follower

Feeds

Seguici su Facebook

Categorie

Archivi

Creative common

Sosteniamoli!

Greenpeace Italia

English version

Trovi i Greentips anche qui:


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: